Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata - Trogulus sp. - Trogulidae
    Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata

Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota Bene : INSERITE SEMPRE DATA E LUOGO (ANCHE SOLO IL COMUNE) DEGLI AVVISTAMENTI



 Tutti i Forum
 FAUNA E FLORA DI PUGLIA, BASILICATA e CALABRIA
 INSETTI, RAGNI e C. (INVERTEBRATI)
 Trogulus sp. - Trogulidae
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


      Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione  

Elena
Utente Attivo


Inserito il - 26/09/2010 : 20:18:21  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Elena Aggiungi Elena alla lista amici  Rispondi Quotando
L'ho trovato una mattina nel mio bagno, nella prima foto è "vivo", nella seconda fa la tanatosi. Credo sia un opilionide ma non saprei andare oltre non l'avevo mai visto prima! Come dimensioni siamo intorno a un centimetro o poco più.
San Cataldo (Lecce) 1/05/10.



Immagine:

486,47 KB

Immagine:

386,84 KB






 Firma di Elena 
Elena

 Regione Puglia  ~ Prov.: Lecce  ~ Città: Lecce  ~  Messaggi: 126  ~  Membro dal: 01/10/2008  ~  Ultima visita: 19/01/2016

angela corasaniti
Amministratore



Inserito il - 26/09/2010 : 21:52:31  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di angela corasaniti Aggiungi angela corasaniti alla lista amici  Rispondi Quotando
E' un opilionide della famiglia Trogulidae, Trogulus sp.

I Trogulidae hanno le zampe più corte rispetto ai rappresentanti delle altre famiglie ed un aspetto terroso grazie alle papille che ricoprono il loro corpo contenenti una sostanza appiccicosa che trattiene piccoli frammenti. Vivono preferibilmente su terreni calcarei e si nutrono "esclusivamente" di limacce e chiocciole che mentre afferrano con le zampe anteriori, tagliano a pezzetti con i cheliceri L'importanza dei gasteropodi nella biologia di questi animali è determinante perchè non riguarda solo l'alimentazione ma anche la riproduzione dal momento che i gusci vengono usati per la deposizione delle uova (Pabst 1953; Komposh 1992).

La tanatosi è frequentissima negli opilionidi, ma ho visto anche un'altra tattica difensiva, quella di oscillare con il corpo chiamata in inglese "bobbing".
Capita spesso anche di vederli con alcuni arti più corti o addirittura mancanti perchè, se catturati, fuggono abbandonando gli arti imprigionati che continuano a muoversi per parecchio tempo disorientando il predatore. Inoltre hanno sulla testa due ghiandole da cui secernono sostanze maleodoranti.
Insomma questi animaletti completamente innocui ne hanno escogitate parecchie di strategie difensive . I Trogulidae in più hanno anche un perfetto mimetismo.








  Firma di angela corasaniti 
angelacorasaniti@fastwebnet.it

http://www.argonauti.org
la Natura di Puglia e Basilicata

 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: Bari  ~  Messaggi: 2770  ~  Membro dal: 12/09/2006  ~  Ultima visita: 05/06/2020 Torna all'inizio della Pagina

Elena
Utente Attivo


Inserito il - 27/09/2010 : 13:45:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Elena Aggiungi Elena alla lista amici  Rispondi Quotando
Grazie Angela,
sono bruttini perchè somigliano a zecche giganti ma la loro biologia è interesante!






  Firma di Elena 
Elena

 Regione Puglia  ~ Prov.: Lecce  ~ Città: Lecce  ~  Messaggi: 126  ~  Membro dal: 01/10/2008  ~  Ultima visita: 19/01/2016 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,11 secondi.