Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata - Cavallette
    Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata

Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota Bene : INSERITE SEMPRE DATA E LUOGO (ANCHE SOLO IL COMUNE) DEGLI AVVISTAMENTI



 Tutti i Forum
 FAUNA E FLORA DI PUGLIA, BASILICATA e CALABRIA
 INSETTI, RAGNI e C. (INVERTEBRATI)
 Cavallette
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


      Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione  

dcicave
Utente Master



Inserito il - 02/07/2009 : 17:19:20  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dcicave Aggiungi dcicave alla lista amici  Rispondi Quotando
Oggi, 02 luglio 09 la strada Pisticci Scalo-Pomarico, per un tratto di circa 200m era letteralmente invasa da centinaia delle nostre comuni cavallette, che si spostavano dai terreni laterali. Non so se hanno raggiunto il momento della sciamatura ( per quello che può significare questo termine dalle nostre parti, rispetto a quanto avviene nelle regioni africane).
Ecco alcune foto di questo sottordine Caelifera.

Immagine:

221,57 KB

Immagine:

259,66 KB

Immagine:

372,71 KB

Immagine:

343,51 KB






 Firma di dcicave 
Donato Ciampa

 Regione Basilicata  ~ Prov.: Matera  ~ Città: PISTICCI  ~  Messaggi: 1957  ~  Membro dal: 09/05/2008  ~  Ultima visita: 03/11/2020

dcicave
Utente Master



Inserito il - 02/07/2009 : 17:20:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dcicave Aggiungi dcicave alla lista amici  Rispondi Quotando
Ecco un pezzo di strada. Non potevo allargare il campo, perché mi trovavo con un 400 mm.

Immagine:

261,94 KB






  Firma di dcicave 
Donato Ciampa

 Regione Basilicata  ~ Prov.: Matera  ~ Città: PISTICCI  ~  Messaggi: 1957  ~  Membro dal: 09/05/2008  ~  Ultima visita: 03/11/2020 Torna all'inizio della Pagina

dcicave
Utente Master



Inserito il - 02/07/2009 : 17:23:14  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dcicave Aggiungi dcicave alla lista amici  Rispondi Quotando
Questa è alle prese con un'ala della loro ultima muta.

Immagine:

350,61 KB






  Firma di dcicave 
Donato Ciampa

 Regione Basilicata  ~ Prov.: Matera  ~ Città: PISTICCI  ~  Messaggi: 1957  ~  Membro dal: 09/05/2008  ~  Ultima visita: 03/11/2020 Torna all'inizio della Pagina

mira_campo
Moderatore



Inserito il - 02/07/2009 : 19:05:31  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mira_campo Aggiungi mira_campo alla lista amici  Rispondi Quotando
Bella documentazione. Circa 15 giorni fa la strada tra la stazione di Poggiorsini (Sp 230) e la sp238 Corato-Gravina era ugualmente piena...non me ne vogliate ma queste bestioline che si ammucchiano per le strade mi danno quasi i brividi.

Mirella






  Firma di mira_campo 
Mirella Campochiaro,
Altamura (BA)

 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: altamura  ~  Messaggi: 1219  ~  Membro dal: 16/09/2006  ~  Ultima visita: 12/05/2016 Torna all'inizio della Pagina

rocco
Moderatore



Inserito il - 03/07/2009 : 10:45:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di rocco Aggiungi rocco alla lista amici  Rispondi Quotando
Per me si tratta di Decticus albifrons.
Questi Ortotteri Ensiferi (antenne lunghe, ovopositore sviluppato) possono effettivamente ritrovarsi in gran numero, ma non hanno nulla a che vedere con le locuste (africane):
Decticus si nutre prevalentemente di insetti, con una integrazione a base di cereali; le vere piaghe bibliche sono invece le locuste (Schistocerca gregaria), Ortotteri Celiferi che compiono migrazioni in grandi sciami, in Africa e Medioriente, capaci di divorare qualsiasi erba.
Altro ruolo interessante dei Decticus è quello di rientrare nella dieta del Falco Grillaio.
rocco






 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: Bari  ~  Messaggi: 2025  ~  Membro dal: 04/09/2007  ~  Ultima visita: 12/12/2014 Torna all'inizio della Pagina

dcicave
Utente Master



Inserito il - 03/07/2009 : 23:46:06  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dcicave Aggiungi dcicave alla lista amici  Rispondi Quotando
Bravo Rocco, sono Decticus fronte gialla, un pò più dannosi per l'agricoltura da giovani che da adulti.
Una sola precisazione: il termine generico Locusta viene assegnato agli ortotteri, ensiferi, celiferi o di altro sottordine, solo dopo l'ultima muta e solo se sono riuniti in grossissimi sciami ( gli individui solitari non sono chiamati locuste, ma ancora con il loro nome specifico). Quando le condizioni climatiche o altri fattori sconosciuti (ancora in fase di studio nei paesi africani) impediscono la formazione di sciami, questi ortotteri non diventano mai Locuste. Proprio questo si sta cercando di scoprire, perchè si possa impedirne l'aggregazione di miliardi di individui ed evitare flagelli nell'agricoltura delle regioni più a rischio.
Saluti
Donato







  Firma di dcicave 
Donato Ciampa

 Regione Basilicata  ~ Prov.: Matera  ~ Città: PISTICCI  ~  Messaggi: 1957  ~  Membro dal: 09/05/2008  ~  Ultima visita: 03/11/2020 Torna all'inizio della Pagina

dcicave
Utente Master



Inserito il - 03/07/2009 : 23:49:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dcicave Aggiungi dcicave alla lista amici  Rispondi Quotando
mira_campo ha scritto:

Bella documentazione. Circa 15 giorni fa la strada tra la stazione di Poggiorsini (Sp 230) e la sp238 Corato-Gravina era ugualmente piena...non me ne vogliate ma queste bestioline che si ammucchiano per le strade mi danno quasi i brividi.

Mirella

Grazie Mirella. Fanno un pò senso alle donne. Se entra qualche individuo in macchina, non bisogna reagire terrorizzati. Un movimento sbagliato può portare fuori strada.
Saluti
Donato






  Firma di dcicave 
Donato Ciampa

 Regione Basilicata  ~ Prov.: Matera  ~ Città: PISTICCI  ~  Messaggi: 1957  ~  Membro dal: 09/05/2008  ~  Ultima visita: 03/11/2020 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi.