Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata - Alghe verdi
    Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata

Argonauti - La Natura di Puglia e Basilicata
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota Bene : Archivia, 'colleziona, ordina, le tue osservazioni naturalistiche su BIOLOG - www.bio-log.it



 Tutti i Forum
 BIOLOGIA MARINA
 FLORA e FAUNA MARINA
 Alghe verdi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


      Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 3

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:26:16  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
In un forum dedicato alla flora e fauna marina non possono mancare discussioni sulle alghe. Incomincio inserendo alcune specie di alghe verdi o clorofite.

Le alghe verdi posseggono nei cloroplasti (cellule che compiono la fotosintesi) la clorofilla a e b. In particolare la clorofilla b conferisce a questo gruppo di alghe il colore verde e le avvicina alle piante superiori di cui sono le progenitrici.

Tutte le foto inserite si riferiscono ad alghe fotografate nei mari pugliesi in diversi periodi dell?anno.




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:27:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Palmophyllum crassum

Alga incrostante di colore verde scuro forma uno strato continuo ed omogeneo sul substrato roccioso. Si trova frequentemente in luoghi molto ombreggiati come grotte e cavit?.

Immagine:

61,93 KB

Campomarino (5 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:28:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Acetabularia acetabulum

Denominata anche l?Ombrellino di mare, quest?alga possiede un caratteristico tallo formato da un peduncolo sottile alla cui sommit? c?? un disco di circa 1 cm di diametro con incrostazioni calcaree in genere di colore biancastro. ? un?alga comune su scogli poco profondi. Solo il peduncolo ? pluriennale, il disco ? osservabile solo da maggio fino ad agosto.

Immagine:

105,27 KB

Campomarino (1 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:30:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Flabellia petiolata

Presenta un tallo peduncolato fogliaceo a forma di ventaglio con margini lobati. ? comune in luoghi molto ombreggiati come grotte e nicchie o pi? in profondit? fino a 60 m.

Immagine:

75,08 KB

Torre Ovo (3 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:31:17  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Halimeda tuna

Conosciuta come Monetina di mare, questa alga ? caratterizzata da un tallo piatto ed articolato simile ad un fico d?India. ? inoltre intriso di incrostazioni calcaree. Si ritrova dalla superficie fino a 40 m di profondit?.

Immagine:

77,77 KB

Campomarino (2 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:32:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
In primavera inoltrata l?alga tende a divenire biancastra e l?intero individuo trasforma il suo contenuto cellulare nelle cellule riproduttive definite sporangi che si concentrano ai margini di ogni segmento. Una volta liberate ogni spora origina un nuovo tallo.

Immagine:

79,75 KB

Torre Ovo (5 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:34:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Codium bursa

Questa grossa alga di forma subsferica che a prima vista pu? sembrare una spugna si pu? osservare da pochi metri fino a oltre 50 m di profondit?. Nella foto ? parzialmente ricoperta dallo zoatario Parazoanthus axinellae.

Immagine:

105,6 KB

Tremiti (20 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:35:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
L'alga si pu? osservare in cospicui gruppi in una particolare biocenosi denominata del precoralligeno.

Immagine:

105,32 KB

Tremiti (20 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:36:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Codium vermilaria o Codium fragile

Le due specie praticamente identiche da un punto di vista morfologico si possono distinguere solo al microscopio. In ogni caso il tallo ? caratterizzato da morbidi ramoscelli ramificati e ricoperti da una fitta peluria biancastra.

Immagine:

118,33 KB

Tremiti (20 m).





 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:38:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Caulerpa prolifera

Alga composta da un lungo stolone strisciante ancorato al substrato per mezzo di rizoidi e da fronde verdi membranose. Ricopre substrati mobili come distese sabbiose o fangose da pochi metri fino a 20 m di profondit?. ? una Caulerpales autoctona del Mediterraneo. Nella foto convive con Posidonia oceanica.

Immagine:

109,8 KB

Campomarino (15 m).




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 01/10/2007 : 14:42:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Caulerpa racemosa

Appartenente allo stesso genere della specie precedente ? per? un?alga alloctona, ossia introdotta accidentalmente nel mar Mediterraneo. L?alga caratterizzata dagli inconfondibili ramuli di colore verde brillante purtroppo si sta diffondendo a macchia d?olio su tutte le nostre coste sia ioniche che adriatiche, ricoprendo tutti i tipi di substrato (roccia, sabbia, fango) e anche gli organismi sessili che crescono sul substrato come altre alghe, spugne, madreporari (nella foto cresce proprio su una colonia del madreporario coloniale Cladocora caespitosa).

Immagine:

85,32 KB

Nel nostro mare non ci sono predatori che possano in qualche modo tenere sotto controllo l?abnorme sviluppo dell?alga, sembra quindi che non ci sia modo per arrestare l?invasione.

Le segnalazioni sono comunque molto importanti per capire l?entit? della colonizzazione. So per certo che da Taranto fino a Gallipoli l?alga ? presente in modo quasi continuo e cos? sull?Adriatico da Otranto in su fino a Monopoli. Non ho notizie della situazione a sud di Gallipoli e a nord di Bari fino al Gargano...qualcuno ha osservato l?alga invasiva da quelle parti?

Grazie
Rossella




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

rocco
Moderatore



Inserito il - 03/10/2007 : 17:54:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di rocco Aggiungi rocco alla lista amici  Rispondi Quotando
se non c'? rischio di confonderla con qualche altra alga, allora possiamo aprire la caccia a Caulerpa racemosa.
Penso di averla gi? vista spiaggiata, ma non ero sicuro che si trattasse proprio di lei...
rocco




 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: Bari  ~  Messaggi: 2025  ~  Membro dal: 04/09/2007  ~  Ultima visita: 12/12/2014 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 04/10/2007 : 11:52:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao Rocco l'alga ? praticamente inconfondibile perch? ? l'unica che possiede oltre ad un lungo stolone, filloidi verticali ricoperti da piccole vescicole tondeggianti. In ogni caso se ti ricapita, puoi fotografare l'alga spiaggiata e inserirla nel forum. Dove l'hai trovata?
Grazie mille
Rossella




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

rocco
Moderatore



Inserito il - 06/10/2007 : 10:16:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di rocco Aggiungi rocco alla lista amici  Rispondi Quotando
se non ricordo male mi trovavo a Polignano (BA), ma non tenere troppo in considerazione questo avvistamento, perch? poco preciso...
ora che ho capito come comportarmi sar? pi? attento!
rocco




 Regione Puglia  ~ Prov.: Bari  ~ Città: Bari  ~  Messaggi: 2025  ~  Membro dal: 04/09/2007  ~  Ultima visita: 12/12/2014 Torna all'inizio della Pagina

Ros
Utente Master


Inserito il - 07/10/2007 : 11:00:24  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ros Aggiungi Ros alla lista amici  Rispondi Quotando
Da altre segnalazioni che ho avuto, a Polignano Caulerpa racemosa colonizza un vasto tratto di fondale roccioso sino alla profondit? di 15 m...quindi ? molto probabile che tu l'abbia osservata spiaggiata.

Saluti
Rossella




 Regione Puglia  ~ Prov.: Taranto  ~ Città: Taranto  ~  Messaggi: 2804  ~  Membro dal: 23/11/2006  ~  Ultima visita: 17/09/2013 Torna all'inizio della Pagina

Alessandro
Utente Attivo


Inserito il - 10/10/2007 : 15:12:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo Aggiungi Alessandro alla lista amici  Rispondi Quotando
Non sapevo che la Caulerpa racemosa fosse alloctona. Comunque a brindisi nel tratto tra Apani e torre Guaceto ? molto presente.



 Regione Puglia  ~ Prov.: Brindisi  ~ Città: Brindisi  ~  Messaggi: 161  ~  Membro dal: 04/04/2007  ~  Ultima visita: 09/06/2016 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione  
Pagina Successiva
      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 1,09 secondi.